Come Aprire Conto Corrente

Se hai qualche risparmio da parte, anche poche decine di euro, il modo più veloce e pratico per metterlo al sicuro e cominciare a gestirlo è quello di aprire un conto corrente.

Ma le offerte sono tante e diverse e non è facile capire qual è la migliore.

Anche il primo passo non è semplice: è meglio andare in posta o in banca per aprire un conto corrente?

Ecco allora una guida a puntate che ti aiuterà a scegliere il modo migliore per proteggere i tuoi risparmi.

Cominciamo dall’inizio. Hai messo da parte dei soldi, li hai guadagnati o ricevuti in regalo, non importa, o li spendi oppure non puoi nasconderli sotto il cuscino o in un cassetto. Quindi li devi consegnare a qualcuno che li conservi per te.

La prima mossa da fare è andare in banca, ovviamente accompagnato da un adulto. Di solito si comincia con la stessa banca che usano i tuoi genitori, anche se non tutte offrono condizioni uguali.

In banca si va allo sportello e si può chiedere qualche informazione alla persona che ci sta davanti.

In linea di massima se hai meno di 18 anni puoi chiedere un libretto di risparmio se invece sei maggiorenne puoi aprire il tuo primo conto corrente, intestato a te o cointestato ai tuoi genitori.

Questo il primo passo.

Come Funziona il Conto Corrente

Quando i nostri genitori parlano di soldi e di banche, capita di sentirgli pronunciare le parole conto corrente.

Se ti sei sempre chiesto che cosa significano, sei capitato nel posto giusto! Ti basta continuare a leggere e lo saprai.

Il conto corrente bancario è il sistema più comune per depositare i nostri soldi in banca.

In pratica, è un prodotto che la banca offre a chi ha già compiuto 18 anni per gestire in modo facile i risparmi, per pagare e per riscuotere.

Per fare queste operazioni non bisogna per forza ricorrere ai contanti: al conto corrente sono associati degli strumenti di pagamento diverso.

Ad esempio il libretto degli assegni, il bonifico, la carta di credito e la carta di debito (cioè il Bancomat): sono una delle ragioni per cui il conto corrente è così comodo, e ne riparleremo.

Gli adulti usano spesso il conto corrente per ricevere lo stipendio e la pensione.

Invece tra i pagamenti che fanno attraverso il conto corrente ci sono le bollette: luce, gas, acqua, telefono.

Sono operazioni che di solito avvengono in maniera automatica: basta dare le istruzioni giuste alla banca e i soldi vengono prelevati direttamente dal conto ogni volta che è necessario. Così non si rischia di dimenticarsi di pagare.

Ecco, in breve, cosa ti permette di fare il conto corrente

Usare la carta di credito e il Bancomat
Disporre bonifici e emettere assegni
Ricevere lo stipendio e la pensione
Pagare le bollette

Si tratta quindi di uno strumento utile.

Come Registrare una Carta Prepagata su PayPal

Per utilizzare il vostro account Paypal dovete registrare una carta prepagata, un conto bancario o altro. Registrare una carta di credito o prepagata è molto semplice. Inoltre è possibile prelevare o depositare soldi dalla carta al conto Paypal, con tariffe che variano in base alla cifra in questione.

Dopo avere creato un account Paypal e aver attivato un carta prepagata è possibile rendere tale carta come fondo per i pagamenti che devono essere effettuati. Oggi esistono numerose carte prepagate, Postepay offerta dalle Poste Italiane, Paypal ricaribile attivabile in ricevitoria e altre ancora sono offerte da numerose Banche.

Per registrare la carta basta fare il Log in sul sito Paypal e andare su Profilo e Aggiungi carta. Ti verranno richieste alcune necessarie informazioni come il titolare della carta, il numero della carta, la data di scadenza, e i tre numeri di sicurezza presenti sul retro di qualsiasi carta ricaricabile.

Prima di poter registrare la carta vi verrà chiesto di pagare 1,50 che verrà rimborsato non appena la carta è attiva per essere usata. L’ultimo passaggio è verificare la carta. Per verificare la carta bisogna richiedere l’estratto conto della carta, da cui è possibile ricavare un codice di 4 lettere presente alla voce del pagamento verso Paypal. In caso contrario è possibile faxare a Paypal un documento di riconoscimento, documento in cui siano presenti le 16 cifre della carta da registrare ed infine un documento di residenza.