Come Fare Forex con Supporti e Resistenze

Vi siete mai chiesti qual è il modo migliore per determinare la direzione del prezzo nel mercato? Ci sono molti strumenti a disposizione di ogni trader, tra cui indicatori tecnici e strategie, la maggior parte di essi sono molto soggettivi in termini di utilità per cui non è detto che se un trader ha successo con essi, tutti possano averlo.

A questo punto è normale chiedersi qual è lo strumento migliore per determinare il trend di mercato. Dato che il funzionamento del mercato non è un gioco, è meglio usare qualcosa di oggettivo e di preciso, quindi per prima cosa occorre tenere la strategia di trading il più semplice possibile, in maniera che anche il livello di obiettività possa essere elevato.

Due tra gli strumenti più oggettivi in assoluto sono il supporto e la resistenza, in combinazione con l’azione dei prezzi (price action).

L’obiettivo di supporti e resistenze è, infatti, farci avere un prezzo al di sotto o al di sopra del quale il movimento attuale di una data coppia di valute (o di una commodity) non potrà andare.

Attenzione però che un buon livello di supporto e resistenza deve rispettare alcune regole ben precise:

Il prezzo deve essere respinto almeno due volte
Più volte un prezzo viene respinto e più il livello è importante
I rifiuti di prezzo più recenti sono più importanti di quelli meno recenti
Per cercare di determinare la direzione del mercato usando questi strumenti, dobbiamo concentrarci sui grafici di lungo termine, ad esempio quello a 4 ore.

A questo punto bisogna cercare di trovare un buon livello di supporto o di resistenza e agire di conseguenza.

Ipotizziamo che il prezzo scenda e che rimbalzi contro un buon supporto, ed ipotizziamo anche che tale supporto abbia agito da rimbalzo per quattro volte ormai, questo lo caratterizza come un buon livello. Dobbiamo pertanto attendere il movimento del prezzo (la price action) e vedere se c’è una nuova respinta, nel qual caso possiamo andare “long”, oppure una rottura del prezzo di supporto, nel qual caso dobbiamo andare “short”.

Lo stesso discorso, ovviamente a parti invertite, vale anche nel caso di una resistenza.

Il concetto di supporto e di resistenza, oltre che quello di price action, può essere applicato praticamente con ogni coppia di valute, incluse quelle meno volatili, anche se permette di avere risultati migliori tanto più alta è la volatilità.

Articoli Simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *