Come Vendere un’Auto Privatamente

Hai deciso di cambiare la tua auto e devi vendere la macchina vecchia, però non vuoi affidarti ad una concessionaria o simile: allora come si fa? Basta la giusta (e onesta) pubblicità e il passaparola e il gioco è fatto. Segui la mia guida e ti indirizzerò,

Prima cosa da fare è decidere a quanto vuoi vendere la tua macchina: per questo dovrai basarti su determinati parametri come l’anno di immatricolazione, stato della carrozzeria, ecc. Più semplicemente puoi acquistare una delle tante riviste di motori in edicola che hanno l’elenco di tutte le marche di auto e le loro valutazioni.

Scelto il tuo guadagno, comincia con la pubblicità. Metti un bel cartello attaccato all’auto con su scritto vendesi e inserisci i dati dell’auto e il tuo recapito telefonico: chi vede il cartello ed è interessato, potrà subito contattarti. Poi metti l’annuncio anche su internet e sui social network: il passaparola è fondamentale e ti permetterà di raggiungere un sacco di potenziali clienti in tempi

Quando un potenziale cliente ti chiama, mostrati sempre molto disponibile e tieni a portata di mano tutti i dati della tua auto. Non imbrogliare: se l’auto ha qualche difetto, è giusto che il cliente lo sappia o questi, una volta comprata l’auto, potrebbe denunciarti per truffa. Mostrati anche disponibile a fare un prova in strada, questo rassicurerà il cliente su eventuali problemi dell’auto.

Per tutelarsi è inoltre utile fare una scrittura privata, un documento, relativamente a cui è possibile vedere questo modello sul sito Scritturaprivata.net, in cui vengono definiti tutti i termini della vendita.

Investire nel Forex – Anello Valutario

Soprattutto se siamo alle prime armi con il Forex e non abbiamo ancora tutte le capacità di analisi tecnica corrette, un buon modo di fare trading è quello di usare in “trading ring“. La prima cosa di cui abbiamo bisogno è una sorta di anello di valute. Sostanzialmente, un anello di valute è un set di 3 cross valutari, che contengono tre valute in totale e condividono lo stesso numero di valute correlate. Vediamo alcuni esempi pratici di valute che possiamo prendere in considerazione e che andrebbero bene per il nostro scopo.

AUD/JPY AUD/USD USD/JPY
CHF/JPY CHF/USD USD/JPY
EUR/JPY EUR/AUD AUD/JPY
GBP/JPY GBP/USD USD/JPY
EUR/CHF EUR/USD USD/CHF
EUR/USD EUR/GBP GBP/USD

Come possiamo vedere, ogni riga ha tre coppie di valute e solo tre valute in totale. Ad esempio, prendendo l’ultima riga, vediamo che le tre valute prese in considerazione sono euro, dollaro USA e sterlina. Ovviamente, questi riportati sopra sono solo degli esempi, in realtà possiamo prenderne anche altri.

Praticamente, conviene fare trading solo un anello valutario alla volta, dato che riusciremo ad averne un maggior controllo. Il consiglio è quello di controllare e di tenere monitorate le nostre performance, al fine di sapere se stiamo facendo bene o meno.

La prima cosa da fare è considerare un indicatore Average Daily Range, che ci indica il movimento medio delle coppie di valute. Se la coppia considerata si è mossa di oltre il 25% durante il giorno, allora possiamo comprare le valute di quell’anello di valute. Il trade dovrà essere chiuso nel momento in cui raggiungerà dal 50% al 75% del valore Average Daily Range (ADR).

Possiamo ad esempio comprare un lotto di GBP/JPY, un lotto di GBP/CHF e 0.8 lotti di CHF/JPY per stabilizzare l’account.

Questa è una strategia di Forex davvero interessante se vogliamo fare qualche esperimento.

Indicatore Frattale – In Cosa Consiste

Il mercato è sostanzialmente statico. Le tendenze che si formano sul mercato possono avere un valore che va entro dei valori che si muovono fino ad un massimo del 15 o del 30% , il che consente ai trader di beneficiare dei movimenti di tendenza. Al fine di ottenere il massimo profitto sul Forex, un commerciante ha bisogno di determinare i punti in cui una tendenza ha origine.

I frattali sono indicatori molto utili. Non troviamo un indicatore forex è più comodo per la caratterizzazione del mercato forex come il frattale. I frattali sono frequenti nel mercato, indipendentemente dal periodo di tempo che viene preso in considerazione. Non importa quale grafico si analizza, se giornaliero, settimanale, orario, in minuti, ovunque si può sempre vedere un frattale. I frattali tendono ad apparire e a scomparire rapidamente e pochi trader sono in grado di gestire questo strumento. Grazie al frattale è possibile facilmente individuare sia la correzione che l’inversione di tendenza.

Il vantaggio principale del frattale è che indica inequivocabilmente la congiuntura ottimale per entrare nel mercato. Si consiglia di entrare sul mercato qualche tempo dopo che il frattale è apparso. Il frattale può essere applicato anche per lo scambio istantaneo nella direzione opposta. Tuttavia, vi sono una serie di strategie di trading che si possono elaborare con l’aiuto dei frattali.

Se il frattale dimostra di essere vero, allora il trader può vendere e comprare ai prezzi migliori. Nel caso in cui esso sembra essere sbagliato, però, il trader deve lasciare la sua posizione e rimanere fuori dal mercato. L’analisi tecnica tradizionale mostra il frattale come una figura a cinque barre. I tassi di cambio rappresentano il frattale come degli indici sopra le barre dei prezzi.

L’indicatore frattale è principalmente volta o ad individuare i punti più alti e più bassi del mercato. Il commerciante può utilizzare il frattale come ulteriore indicatore in modo da avere dati più precisi.

Strategie di Trading sul Forex – Trading sul Range

Quando l’inizio della tendenza si esaurisce e i grandi trader prendono e lasciano i profitti del mercato, significa che il tempo per mettere in pratica una strategia di trading sul range è giunto.

Il trading sul range è un sistema di trading sulle tendenze che al tempo stesso è complesso e avanzato, in cui si possono fare soldi abbastanza facilmente dato che le coppie di valute si muovono in una direzione con dei ritracciamenti minori. Alcune coppie di valute si muovono infatti per intervalli piccoli e brevi, mentre altre coppie di valute si muovono secondo degli intervalli grandi e più a lungo termine.

Se prendiamo il day trading come esempio, una coppia di valute potrebbe stare entro certi valori minimi e massimi per tutta la giornata, a volte anche per una settimana o addirittura per pochi mesi. Si devono formare delle regole certe e si deve sviluppare una propria strategia di trading, unica e facile, per poter operare in maniera diversa e con diversi tipi di intervalli. Questo naturalmente, dipende dagli obiettivi di un operatore.

Quali sono i vantaggi di questo tipo di strategia di trading?

dato che le coppie di valute passano la maggior parte del tempo ad avere dei valori compresi in determinati intervalli, ci si può aspettare una inversione a determinati livelli di supporto e di resistenza;

non c’è bisogno di comprendere in pieno i dati economici per fare trading usando questa strategia. Si tratta infatti di commercio tecnico.

Così, quando il prezzo ha uno slancio e rompe attraverso la parte superiore o inferiore della gamma di prezzi, un operatore dovrebbe essere pronto a saltare nella posizione e seguire quel dato prezzo, dato che il breakout dei prezzi può portare ad una tendenza o ad uno swing prolungato e sostanziale.

Come Aprire Conto Corrente

Se hai qualche risparmio da parte, anche poche decine di euro, il modo più veloce e pratico per metterlo al sicuro e cominciare a gestirlo è quello di aprire un conto corrente.

Ma le offerte sono tante e diverse e non è facile capire qual è la migliore.

Anche il primo passo non è semplice: è meglio andare in posta o in banca per aprire un conto corrente?

Ecco allora una guida a puntate che ti aiuterà a scegliere il modo migliore per proteggere i tuoi risparmi.

Cominciamo dall’inizio. Hai messo da parte dei soldi, li hai guadagnati o ricevuti in regalo, non importa, o li spendi oppure non puoi nasconderli sotto il cuscino o in un cassetto. Quindi li devi consegnare a qualcuno che li conservi per te.

La prima mossa da fare è andare in banca, ovviamente accompagnato da un adulto. Di solito si comincia con la stessa banca che usano i tuoi genitori, anche se non tutte offrono condizioni uguali.

In banca si va allo sportello e si può chiedere qualche informazione alla persona che ci sta davanti.

In linea di massima se hai meno di 18 anni puoi chiedere un libretto di risparmio se invece sei maggiorenne puoi aprire il tuo primo conto corrente, intestato a te o cointestato ai tuoi genitori.

Questo il primo passo.